venerdì 29 dicembre 2017

Un 2017 di successi per i prodotti di Romano Radice di Liquirizia



Un 2017 di successi per i prodotti di Romano Radice di Liquirizia


Si è concluso un anno ricco di successi per Romano Radici di Liquirizia, l’azienda coriglianese che fornisce in Italia ed all’estero radice di liquirizia e che da anni è impegnata nella produzione di prodotti di grandissimi qualità che nel 2017 hanno conquistato piazze importanti suscitando molto interesse.

Come al Sana di Bologna dove quest’anno si è tenuto il ventinovesimo salone internazionale del Biologico e del Naturale ed i prodotti biologici di Romano hanno ottenuto un grande successo: le confetture (che insieme alla radice di liquirizia alternano le clementine, i fichi ed il bergamotto), le tisane, la crema di liquirizia, il liquore classico alla radice di liquirizia e, ultimo arrivato, il succo alla radice di liquirizia e bergamotto.

Un altro grande successo è stato il BuonaItalia Trade Show: una iniziativa organizzata dalla Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti, in collaborazione con Italian Cuisine World Summit, che da 4 anni organizza a Dubai il Summit Mondiale dei Cuochi e Food & Beverage manager italiani.

Nell’iniziativa che si è tenuta a novembre a Dubai l’azienda Romano Radice di Liquirizia ha avuto la possibilità di presentare agli operatori, ai distributori ed ai ristoratori locali i propri prodotti attraverso l’eccellenza della ristorazione italiana. Le due giornate, infatti, hanno visto la partecipazione di Cuochi Stellati Michelin che grazie a due cucine allestite dal vivo hanno utilizzato i prodotti di Romano Radice di Liquirizia per realizzare dei prodotti gastronomici che sono riusciti a conquistare ed ammaliare i palati dei tanti operatori, distributori e ristoratori locali di Dubai e degli Emirati Arabi Uniti.

Gli Chef stellati Michelin Luigi Tramontano, Alessandro Breda, Daniele Repetti, Tomoo Kimura e Nino Di Costanzo hanno realizzato dolci e dessert con le tre confetture prodotte da Romano che associa la radice di liquirizia con fichi, clementine e bergamotti ma anche con la crema di liquirizia spalmabile che ha davvero conquistato i palati dei tanti ospiti. Romano Radici di Liquirizia riesce così a conquistare Dubai e gli Emirati Arabi Uniti con prodotti di grande qualità ma, soprattutto, con i gusti unici della Calabria che ormai da anni è impegnato a promuovere in Italia ed all’estero riscuotendo, sempre di più, un grande successo.

Altro successo, infine, alla Fiera dell’Artigiano di Milano agli inizi di dicembre: anche qui i prodotti realizzati con la radice di liquirizia di Romano hanno letteralmente conquistato i tanti visitatori compreso il presidente della Regione Calabria Oliverio che, nella sua visita agli stand del padiglione Calabria, si è fermato a lungo nello stand di Romano Radice di Liquirizia per apprezzarne i prodotti. 







lunedì 30 ottobre 2017

I Formaggi di Cariati conquistano Milano e Matteo Salvini




I Formaggi di Cariati conquistano Milano e Matteo Salvini

Si è appena conclusa FormaggItalia, una tre giorni  iniziata il 27 ottobre e finita il 29 ottobre a Milano, che ha selezionato i migliori produttori di formaggio italiani. Questi hanno esibito centinaia di tipologie di prodotti caseari italiani consentendo ai tanti visitatori di poterli assaggiare, acquistare e degustare.

Attraverso esperienze palatali e sensoriali di grande intensità è stato possibile accostare innumerevoli specialità casearie ai profumi del miele, alla dolcezza delle marmellate e agli aromi delle senapi più speziate. Sorseggiare un calice di vino accostando un formaggio saporito ad un boccale di birra artigianale.

Ma non solo. FormaggItalia ha ospitato anche tre Convegni aperti al pubblico, sui temi del Territorio, della Montagna e dell'Alimentazione offrendo ai tanti visitatori la possibilità di confrontarsi con docenti universitari, produttori, accademici, manager e chef stellati.

Tra le aziende presenti anche il Caseificio Artigianale di Alfonso Forciniti da Cariati, premiato giusto a giugno scorso con la Targa d’Eccellenza e la Targa Qualità dai Maestri Assaggiatori di ONAF, l'Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio.

Alfonso, nei suoi formaggi rigorosamente realizzati a mano, mette dentro tanta passione ma anche la vera e profonda cultura casearia appresa da suo padre Luigi e con sacrificio ed impegno è riuscito a dar vita ad una produzione che inizia a riscuotere successo in tutta Italia grazie ad una simbiosi perfetta che è riuscito a creare nella sua Azienda Zootecnica con gli animali, la terra e l'ambiente.

Nascono da questo connubio i formaggi d’eccellenza di Alfonso Forciniti che ieri, nell’ultima giornata di fiera, hanno letteralmente conquistato un visitatore speciale: l’On. Matteo Salvini, Deputato ed europarlamentare, segretario federale della Lega Nord.

Salvini si è fermato ad assaggiare il Formaggio Caprino Cariatese, la Ricotta affumicata con fumo naturale, il caciocavallo vaccino ed il formaggio di fossa. “Mi fermo qui perché altrimenti non riesco a non provarli tutti” – ha affermato Matteo Salvini. È stato letteralmente conquistato dai sapori di questi formaggi jonici e si è complimentato con Alfonso Forciniti per la bontà e la qualità dei suoi formaggi.

Un giudizio molto positivo espresso dal più noto dei tanti visitatori dello stand del Caseificio Artigianale di Alfonso Forciniti che in questi tre giorni di FormaggItalia ha raccolto molti apprezzamenti e consensi riuscendo a far conoscere i suoi prodotti a quanti non hanno esitato un attimo ad acquistare i prodotti dopo averli degustati. 









domenica 22 ottobre 2017

La Crema di Liquirizia di Romano e il Formaggio Caprino di Forciniti conquistano la Pizza d’Eccellenza


La Crema di Liquirizia di Romano e il Formaggio Caprino di Forciniti conquistano la Pizza d’Eccellenza

Un grande successo per la Terza Edizione del Trofeo “Pizza Eccellenza d’Italia” di Rende organizzato dall'API (Associazione Pizzerie Italiane), in Calabria per promuovere il prodotto Pizza, la Scuola per pizzaioli di Rende, i Corsi ed il "mondo" che gravita intorno al prodotto d'eccellenza realizzato da quanti, oltre alla passione, riescono a raggiungere grandi risultati attraverso uno studio ed una esperienza ormai consolidata negli anni ma anche grazie all'uso di prodotti ed attrezzature (farine, forni, mozzarelle, prodotti alimentari, ecc.), di eccellenza.

Il Trofeo, nato anche con l’intenzione di valorizzare i prodotti e le attività del territorio, quest’anno ha riservato una Categoria denominata “Pizza Calabria Piccante” proprio alle specificità calabresi. In pratica ogni pizzaiolo che ha aderito a questa categoria ha dovuto obbligatoriamente utilizzare almeno un prodotto tipico calabrese (non necessariamente piccante).

A vincere il premio “Pizza Calabria Piccante” è stato il giovane Maestro Pizzaiolo Francesco Ribaudo, di Tropea dove lavora presso la pizzeria “Quei Bravi Ragazzi”. La sua pizza ha letteralmente conquistato la giuria tecnica (che ha premiato impasto e cottura), e quella de gusto (che ha premiato con il massimo punteggio l’insieme degli ingredienti utilizzati).

Francesco Ribaudo, in pratica, si è imposto con una pizza base bianca (quindi senza pomodoro), dove ovviamente non poteva mancare la famosa cipolla di Tropea (della sua città), a cui ha unito i fiori di zucca e poi il “Formaggio Caprino Cariatese” realizzato dal Caseificio Artigianale di Alfonso Forciniti di Cariati e la “Crema di Liquirizia” prodotta dall’azienda Romano Radici di Liquirizia di Corigliano Calabro.

lunedì 2 ottobre 2017

Successo per la Radice di Liquirizia al Sana di Bologna




Si è concluso lunedì 11 settembre il Sana, ventinovesimo salone internazionale del Biologico e del Naturale, che si svolge ogni anno alla Fiera di Bologna, ed ancora oggi, su diverse reti digitali e nazionali così come su più riviste di settore, continuano a riscuotere un grande successo i prodotti realizzati da Romano Radici di Liquirizia, una realtà agroalimentare che opera nella frazione di Cantinella a Corigliano Calabro.

L’Azienda coriglianese, specializzata nella filiera della radice di liquirizia, ha partecipato al Sana con un proprio stand. Diversi i prodotti biologici di Romano che hanno ottenuto un grande successo: le confetture (che insieme alla radice di liquirizia alternano le clementine, i fichi ed il bergamotto), le tisane, la crema di liquirizia, il liquore classico alla radice di liquirizia e, ultimo arrivato, il succo alla radice di liquirizia e bergamotto.  

Anche a seguito dell’importante successo ottenuto al Sana di Bologna e dei contatti maturati i  questo ambito a giorni inizierà l’approdo a Dubai dei prodotti di Romano Radici di Liquirizia che, comunque, già da anni sono presenti sia nel nord Italia che all’estero riscuotendo grande interesse.

«Solo cinque anni fa – dichiara Vincenzo Romano di Romano Radici di Liquirizia – chi iniziava a produrre nel settore biologico veniva ridicolizzato ed apostrofato come un produttore di nicchia o un sognatore. Oggi, invece, l’export bio made in Italy ha sfiorato i 2 miliardi di euro di fatturato, con un peso del 5% sull’export alimentare italiano. In 10 anni l’export bio è cresciuto in valore del 408% e secondo Nomisma nel 2017 il 78% delle famiglie ha acquistato almeno un prodotto bio ed il 47% consuma bio almeno una volta a settimana».

«Ciò è dovuto al fatto – continua Romano – che la gente oggi cerca sempre più la salute quando sceglie il cibo ma anche un legame con il territorio. Oggi è in crescita, tra i consumatori, una sempre più maggiore attenzione quando si sceglie il cibo. Il biologico ha successo, soprattutto quello made in italy, perché offre al mercato grande qualità».

«Questo successo – conclude Romano – rischia di condizionare i produttori di biologico portandoli a rinunciare alla qualità del prodotto in favore delle logiche di mercato. La nostra presenza al Sana è soprattutto questo: ribadire l’assoluta qualità dei nostri prodotti che vengono realizzati grazie alla cura della terra ed il rispetto della radice di liquirizia e della sua lavorazione».















martedì 12 settembre 2017

Oggi in Calabria il casting per il Master Pizza Show




Oggi in Calabria il casting per il Master Pizza Show

Oggi è in corso di svolgimento, nell'affascinante location del "Villaggio da Mario" a Mandatoriccio mare (CS), il tredicesimo casting - gli altri sono avvenuti da maggio fino ad oggi dal nord al sud Italia ed hanno visto la partecipazione di oltre 400 pizzaioli provenienti da tutte le regioni - per la selezione dei 30 bravissimi pizzaioli che si sfideranno nelle 5 puntate del talent televisivo Master Pizza Show.

Autore e conduttore del talent è il popolare conduttore Alessandro Di Pietro, famoso conduttore delle trasmissioni RAI Linea Verde e Uno Mattina.
I dodici concorrenti calabresi hanno eseguito la loro pizza stile libero e sono stati selezionati dal giudice De Filippis Filippo e successivamente sono stati sottoposti ad un provino televisivo. Il punteggio conseguito sulla pizza sommato a quello del provino hanno determinato i due vincitori Tony Scalioti e Vincenzo Spataro, i quali rappresenteranno la Calabria tra i 30 pizzaioli del talent televisivo Master Pizza Show.

A seguito dei casting - che termineranno proprio oggi - il programma Master Pizza Show si svolgerà a novembre nella elegante ed accogliente "Villa Maria" (sempre presso il "Villaggio da Mario" in Calabria). 5 puntate della durata di 55 minuti che andranno in onda, in prima serata, dal 3 novembre all'1 dicembre 2017 su ben 3 emittenti in 3 giorni consecutivi delle settimana: il venerdì sull'emittente PALY.ME canale 68 DTT; in replica il sabato su ACQUA canale 65 DTT; la domenica su YOUTUBE e su FACEBOOK. Al termine delle 5 puntate il programma verrà replicato sulle più diffuse 30 televisioni regionali. Master Pizza Show raggiungerà una platea televisiva di oltre 1 milione di utenti.